Archivio

Archivio Ottobre 2007

The illusionist: l’illusionista di Neil Burger

29 Ottobre 2007 4 commenti

Avviso: leggere dopo aver visto il film. 

Prosegui la lettura…

2 giorni a Parigi di Julie Delpy

25 Ottobre 2007 5 commenti

Jack e Marion stanno insieme da due anni ormai. Lui è americano, lei è francese trapiantata a New York. Dopo aver trascorso le vacanze a Venezia decidono di fermarsi 2 giorni a Parigi per recuperare un gatto e conoscere i genitori di lei. Le differenze culturali tra i due in questa occasione salteranno fuori dirompenti costringendo la coppia a fare un bilancio del loro rapporto. Innanzi tutto Jack (Adam Goldberg. Prima dell’alba, Salvate il soldato Ryan, EdTv, A beautiful mind, Zodiac) non parla francese; in parecchie occasioni rimane tagliato fuori dalle conversazioni, eppure non è un fesso: capisce che il ragazzo con cui si sono incontrati casualmente ha avuto qualche intimità con la sua ragazza, capisce quando il padre (Albert Delpy, papà vero della Delpy) lo provoca per il suo essere americano.

Prosegui la lettura…

Ascanio Celestini sul mondo del precariato nei call center italiani

23 Ottobre 2007 2 commenti

Sarà presentato in anteprima alla Festa del cinema di Roma venerdì 26 ottobre (Sala Petrassi, ore 21.30) Parole Sante il film di Ascanio Celestini, l’attore-autore di teatro che per il secondo anno consecutivo partecipa alla trasmissione di Rai Tre Parla con me con le sue ormai famose inchieste da fermo.

Prosegui la lettura…

La divina Uma

20 Ottobre 2007 14 commenti

Cazzo che donna! Ho detto cazzo che donna!

Prosegui la lettura…

Categorie:Cinema Tag:

The Darjeeling Limited di Wes Anderson

19 Ottobre 2007 5 commenti

Un’altra famiglia terribile…un altro film di Wes Anderson.

Prosegui la lettura…

Ratatouille di Brad Bird

18 Ottobre 2007 2 commenti

Il nuovo film Pixar firmato da Brad Bird colpisce nel segno ancora una volta. Si parla (e chi non lo sa) di Remy, un topo dall’olfatto sviluppatissimo che la colonia con cui vive sfrutta per non morire avvelenata. In realtà Remy è stanco di mangiare schifezze prese dalla spazzatura, con il suo talento vorrebbe creare accostamenti culinari mai provati prima come suggerisce il più grande cuoco francese Auguste Gusteau sostenitore della teoria, divenuta libro, che chiunque possa cucinare.
Remy che ha un fratello tontolone e ciccione, Emile, e un padre brontolone perderà tutta la colonia in seguito ad un avvenimento rocambolesco e imprevisto. Solo e abbandonato scopre che per tutto questo tempo è vissuto a Parigi, la città del buon cibo, la città di Auguste Gusteau. Remy aiutato da uno spirito guida particolare scopre di trovarsi nei pressi del famoso ristorante del cuoco. Nella cucina lavora un variegato gruppo composto da: Skinner il capo chef, un omino che sbraita tutto il tempo (Brad Bird ha diretto qualche episodio dei Simpson, forse questo il perché del nome); Lalo cuoco di colore con un passato da acrobata in un circo; Horst dal passato carcerario misterioso; Pompidou bandito dai tavoli da gioco di Las Vegas e Montecarlo; Larousse che forniva armi per una resistenza che ha resistito poco; Colette l’unica donna e Linguini il nuovo sguattero.

Prosegui la lettura…

Le ragioni dell’aragosta di Sabina Guzzanti

16 Ottobre 2007 1 commento

Il nuovo film di Sabina Guzzanti è una vera provocazione. Chi si aspetta qualcosa di simile da Viva Zapatero resta deluso perché il suo nuovo lavoro ha poco a che spartire con l’altro. Innanzitutto ci troviamo di fronte a un pretesto, una scusa per parlare di argomenti ancora una volta attuali, noti a tutti noi, universali. Il pretesto è uno spettacolo da organizzare in Sardegna per aiutare i pescatori a ripopolare i loro mari. Così Pierfrancesco Loche, Cinzia Leone, Francesca Reggiani, Antonello Fassari, Stefano Masciarelli più naturalmente Sabina Guzzanti si ritrovano a distanza di molti anni dalla trasmissione che li vedeva insieme, Avanzi (fa parte del cast nel ruolo di se stessa anche la regista del programma Franza Di Rosa), per aiutare la fauna marina sarda. Assenti ingiustificati, che non vengono neanche citati, sono il fratello di Sabina Corrado Guzzanti, la conduttrice Serena Dandini e il gruppo comico dei Broncoviz. Sabina e gli altri non sanno assolutamente nulla del problema dei pescatori e di conseguenza, cosa ancor più grave, non hanno nessuna idea su come improntare lo spettacolo.

Prosegui la lettura…

In questo mondo libero… di Ken Loach

12 Ottobre 2007 5 commenti

Il mondo del lavoro di oggi, si sa, è ricco di fregature, in continuo cambiamento, sospeso tra legalità e illegalità, mal pagato, precario. È un lavoro che è difficile trovare quando si hanno tutte le carte in regola, figuriamoci quando a cercarlo sono tantissime mani alzate di immigrati, magari clandestini. Il lavoro però resta un diritto di tutti perché ci permette di vivere, ci dà dignità.

Prosegui la lettura…

Severance – tagli al presonale di Christopher Smith

5 Ottobre 2007 4 commenti

C’è una sensazione di già visto, quasi di saccheggio sfacciato, guardando Severance: tagli al personale di Christopher Smith. I sette protagonisti si trovano coinvolti in una situazione che ha echi in pellicole come Non aprite quella porta, Le colline hanno gli occhi, Venerdì 13, La casaWrong turn. La classica storia in cui un gruppetto si perde o va in vacanza in un luogo sconosciuto abitato da persone o entità ostili.

Prosegui la lettura…

Grindhouse. Planet terror di Robert Rodriguez

2 Ottobre 2007 7 commenti

La storia di Planet Terror la conosciamo già tutti da tempo: una storia di zombies dove l’eroina ha una mitragliatrice al posto di una gamba. È inutile andarlo a vedere se in un film del terrore si cercano oltre al sangue, gli spaventi e l’azione anche qualcosa di più profondo e metaforico. Gli zombies di Robert Rodriguez non sono quelli di George A. Romero.

Prosegui la lettura…