Archivio

Archivio Aprile 2007

È colpa di mia moglie

29 Aprile 2007 1 commento

Corpa de mojema di Giovanni Tritacani

Prosegui la lettura…

Categorie:Argomenti vari Tag: , ,

Primavera ’32

27 Aprile 2007 Commenti chiusi
Categorie:Argomenti vari Tag: ,

Le buone regole a tavola (1)

27 Aprile 2007 Commenti chiusi

Evitare di gridare -Cameriere!- appena vi sedete a tavola. Non commentare i prezzi delle pietanze. Non sbracarsi sulla sedia come se non ci sedesse da una settimana. Lasciare a casa, se è possibile, il babbuino a guinzaglio che tanto amate. Evitate di ruttare e/o scoreggiare con vanto. Soprattutto se siete in compagnia di una fanciulla evitate tassativamente di fare il cretino con la cameriera. Anche perché dopo averla chiamata cameriere non è che si hanno tutte queste possibilità. Cercate di ricordare come si usano le posate. Non bisognerebbe bere il vino o la birra "alla calata", cioè tutto di un botto, come se si fosse passato un anno nel deserto. Evitate argomenti come "le mie emorroidi" o "il mio nuovo lavoro di spalatore di merda di vacca". Non parlate con la bocca piena, né ingozzatevi fino ad avere difficoltà respiratorie e di comunicazione. Non buttate sotto il tavolo le cose che non gradite. Non pulirsi il naso con il tovagliolo. Evitate, a differenza di Barney, di infastidire l’ospite o gli ospiti contraddicendoli per puro gusto. Con la scusa di voler pagare voi il conto non fate il vento scappando come al solito._Perché mi dicevi "Sali in macchina presto!"?- Se nel tavolo vicino c’è una cena elettorale (e questo è periodo…) non precipitatevi lì minacciando gli ospiti, neanche tanto velatamente, con il coltello che vi portate di solito dietro. Anzi sarebbe il caso che lasciaste il coltello a casa come avete fatto con il babbuino. Se siete ospiti di una cena elettorale sappiate che il vostro coltello non è niente in confronto con le loro pistole… ve la siete proprio cercata. Non farsi lasciare gli avanzi per sfamare il babbuino. Se non è una cena amorosa ma di gruppo, non obbligate nessuno ad iscriversi alla gara di rutti, se proprio non ne potete fare a meno aspettate almeno che l’alcool faccia il suo effetto anche su qualcun altro. Se a fine serata nessuno si è rovinato come te, vuol dire che gli alcolizzati non sono poi così tanti come si dice. Se gli altri sono degni pari tuoi prega l’Onnipotente che nessuno chiami la polizia. Se non credi in Dio spera almeno di sbagliarti e magari scopri che Dio non ama per niente la Polizia -Oh, da quando mi hanno arrestato il mio unico figlio non li reggo proprio-. Se tutto questo non vi è possibile cercate di rimanere a casa a prendervi cura del vostro amato babbuino, dono del vostro caro amico A.J..

Prosegui la lettura…

Categorie:Argomenti vari Tag: , ,

Tribeca film festival di New York

27 Aprile 2007 Commenti chiusi


È iniziato a New York il 6° «Tribeca film festival».
159 film i film in cartellone, 85 cortometraggi.
La rassegna voluta da Robert De Niro predilige più i temi d’attualità che le grandi produzioni hollywoodiane, come nella pellicola «Postcards from Tora Bora» dell’afgana Wazmah Osman che racconta la sua fuga in America insieme alla madre nel 1979 per poi ritornare a Kabul nel 2004 alla ricerca del padre lì rimasto per difendere il paese dall’invasione russa.
«Malon 9 Kochavim» di Ido Haar è ambientato tra Israele e Palestina.
«Taxi to the dark side» di Frank Gibney racconta di un taxista afgano torturato fino alla morte nel carcere di Bagram perché accusato di terrorismo.
«I’m an americal soldier» di John Laurence racconta invece un anno di vita dei militari americani in Iraq.
Il festival di Tribeca è gemellato da quest’anno con il Festival di Roma. Da lì arrivano «L’orchestra di Piazza Vittorio» di Agostino Ferrante cui seguirà un concerto dal vivo della band; «Nuovomondo» di Emanuele Crialese: un film fortemente sostenuto da Martin Scorsese.
Riferimenti: Vai al sito del festival

Categorie:Cinema Tag: , , ,

«Ghost son», il ritorno (inutile) all’horror (e al cinema) di Lamberto Bava

25 Aprile 2007 Commenti chiusi


A tutti gli appassionati di film dell?orrore.
Il 4 maggio esce nelle sale in 80 copie «Ghost son», la pellicola che segna il ritorno dopo tanti anni di Lamberto Bava (nella foto) al genere che lo ha reso celebre. Protagonista una donna, Stecey, interpretata da Laura Harring («Mullholland drive» e «INLAND EMPIRE»), che perde il marito (John Hannah) in un incidente stradale.
Il suo fantasma tornerà a visitarla e quando Stecey scoprirà di essere incinta (glie lo comunica il medico del villaggio interpretato da Pete Postlethwaite) le cose inizieranno a complicarsi.
Ambientato e girato in Africa, promette situazioni claustrofobiche e un tema musicale stile ninna nanna scritto da Paolo Vivaldi.
C?è da dire che il film è già uscito in Australia, Russia e America dove pubblico e critica non lo hanno premiato.
Non è, vista anche la trama trita e ritrita, che questo ritorno di Lamberto Bava ce lo possiamo risparmiare? Capisco che anche lui debba mangiare, anzi, sono contento che un lavoro ce l?ha ancora, ma tornare dopo anni all?horror e al cinema con un film così?
Che i vari «Fantaghirò» gli abbiano dato alla testa irrimediabilmente?
Gli appassionati di film dell’orrore sono avvertiti.

Nel frattempo sono terminate le riprese del film «La terza madre» di Dario Argento adesso in fase di montaggio.
Se tutto procede secondo i calcoli dovremmo vederlo a partire dal 31 ottobre.

Questa volta è proprio finita!!!

24 Aprile 2007 Commenti chiusi


SUPER 10: QUATTRO PUNTI DI PENALIZZAZIONE ALL?INFINITO L?AQUILA
Roma – Il Giudice Sportivo della FIR, rilevato dal referto del signor Mauro Dordolo che, nell?incontro Infinito L?Aquila ? Rolly Gran Parma, valido per la sedicesima giornata del Campionato Italiano Super 10 Groupama Assicurazioni la Società Infinito L?Aquila presentava la lista gara con solo 11 giocatori di formazioni italiana, con ciò violando le disposizioni di cui ai punti 2 pag. 99 e 2.3 lett. A) pag. 26 della Circolare Informativa 2006/2007, la quale stabilisce che le Società di Eccellenza sono tenute ad inserire nella lista di ciascuna gara disputata almeno 12 giocatori di Formazione Italiana, visti gli articoli 28/1 lett. e) del Regolamento di Giustizia e 16 lett. b) del Regolamento Attività Sportiva dichiara la Società Infinito L?Aquila Rugby perdente con il risultato di 0-20 in favore della Società Rolly Gran Parma e la punisce inoltre con la penalizzazione di quattro punti in classifica e la multa di 500?.

Questa la classifica aggiornata del Campionato Italiano Super 10 Groupama Assicurazioni:

Benetton Treviso punti 60; Cammi Calvisano e Arix Viadana 54; Carrera Petrarca Padova 53; Overmach Cariparma 41; Rolly Gran Parma 39; AlmavivA UR Capitolina 26; Femi-CZ Rovigo 19; Amatori Catania 18; Infinito L?Aquila 12
Riferimenti: La notizia è copiata/incollata dal sito della Federugby

Categorie:Rugby Tag: , , ,

«Gomorra» sarà diretto da Matteo Garrone

24 Aprile 2007 Commenti chiusi


Inizieranno a maggio le riprese del nuovo film di Matteo Garrone (nella foto) tratto dal libro di Roberto Saviano «Gomorra» (casa editrice: Mondadori). Della pellicola si sa solo che sarà girata a Napoli e che avrà tra gli attori Toni Servillo. Il regista è ancora a caccia di attori come scrivono oggi i giornali «Il messaggero» e «La repubblica». Non si sa, noi lo speriamo, se ci saranno anche questa volta le musiche della Banda Osiris. Certo, non è questa la cosa più importante, bensì che uno dei registi ?nuovi? più bravi abbia deciso con coraggio di affrontare un tema così scottante. Dalle vicende complicate di persone complicate come nei suoi precedenti «L?imbalsamatore» e «Primo amore», dove comunque la particolarità caratteriale dei protagonisti è un riflesso (e una riflessione) su certi aspetti della società o ci ricorda qualcosa che dorme dentro ognuno di noi, a una storia che riguarda noi tutti ancora più apertamente. Garrone insomma si conferma una sicurezza, un artista che non si ferma davanti a niente neanche davanti alla camorra. Sfido io a dire che lo fa per soldi. Posso scommettere da adesso che il film non sarà campione d?incassi.
Riferimenti: Qui trovi le ultime notizie (post del 4 giugno)

Categorie:Cinema Tag: , , ,

Easter Eggs

20 Aprile 2007 Commenti chiusi


Il giornalista insieme con l’operatore si avvicina al senatore che sta chiacchierando con dei colleghi.
-Senatore Colorato, senatore Colorato una domanda per la trasmissione ?Le Iene?-
-?Le Iene?! Non fate i cattivi. C?è un mio amico inglese che è un vostro fan. Vi vede dal satellite, si fa sempre un sacco di risate-
-Sì ma facciamo anche servizi di denuncia-
-Certo certo aspettate un attimo che ve lo presento, era qui fino a un attimo fa, ma dove è andato?-
-Solo che noi siamo venuti qui per chiederle come mai-
-Adesso lo chiamo sul cellulare. Sid, Sid! Dove sei finito? Vieni qui al bar che c?è una sorpresa per te-
-Vabbè, adesso però veniamo a noi-
-Sid è inglese ma parla benissimo l?italiano. Eccolo. Sid!-
Sid si avvicina, con passo deciso e zigzagante allo stesso tempo. Appena riconosce la divisa del giornalista si lancia su di lui.
-Voi siete i miei preferiti. Vi seguo sempre da Southampton-
-Sì, Colorato ce l?ha detto-
-Non ho mai capito se ci siete o ci fate. Se le vostre scoperte sono pilotate o no. Ma vi giuro che mi fate piegare dalle risate tutte le volte. Grazie-
L?inviato de ?Le Iene? chiede: -In che senso scusa?-
-Nel senso che qui da voi è veramente il paese dei balocchi per i corrotti-
-Prego?-
-Non farci caso è che la droga che gira qui dentro è veramente potente. Mai assaggiato cocaina così, neanche a Londra, neanche ad Amsterdam, sono stato anche in Colombia ma lì-
-Come hai detto scusa?-
-Che la droga che gira qui è la migliore del mondo-
-Qui nel senso in Italia?-
-Ma che in Italia. Io dico qui dentro e voi avevate anche scoperto qualcosa mi ricordo-
-Si noi siamo stati gli unici che abbiamo denunciato la cosa-
-E che fine ha fatto il servizio?-
-Non è mai andato in onda-
-Una cosa simile si è vista solo qui. Ma quel che è peggio è che non via anno detto del vero?trouble?come-
-Guaio?- suggerisce Colorato
-Sì? ingippo-
-Inghippo- dice Colorato
Sid ridacchia ?Sì inghippo, scusate-
-Che inghippo?- chiede l?inviato
-Che questi signori politici italiani, scusa Mario (rivolto a Colorato) noi siamo amici e lo sai, vi prendono per il culo tenendovi all?oscuro di tutto. Questi signori politici si sono fatti una legge che liberalizza l?uso delle droghe solo per loro. Capisci? Ci sei rimasto di merda. Guarda che faccia hai (rivolto all?inviato). Anche la tua di faccia non scherza mica, Mario-
-Mario sto cazzo! Questa cosa doveva rimanere segreta, adesso siamo costretti a fare una cosa. Sparisci e non tornare finché non ti chiamo io-
Sid evapora.
Colorato compone un numero sul cellulare.
(rivolto all?intervistatore) ?Ti chiedo scusa. Il mio amico spara un sacco di cazzate. Pronto. Sto al bar principale. C?è stato una violazione del 23. Circa un minuto fa. No, no. La situazione è sotto controllo-
-Questo lo vedremo- risponde
-Fate tutte le indagini che volete. Anzi non dovevate farmi delle domande?-
-Veramente adesso vorrei sapere qualcosa in più su quello che diceva il suo amico-
-Risponderò a tutte le domande che vuoi. Andiamo nella mia stanza-
Operatore, giornalista, e Colorato si recano nello studio del senatore. Lì c?è un signore distinto che cerca tra certe carte.
-Davide, sono qui con la troup de ?Le Iene? (occhiolino)-
Davide alza lo sguardo.
-Ah! Sono loro che hanno assistito allo show di Sid?-
-Sì, sono loro-
-Benissimo-
Davide tira fuori dalla tasca una cosa, la punto contro i due.
-Allora questa intervista?- chiede Colorato
-Volevamo chiederle in che anno è finita la seconda Guerra Mondiale-

Categorie:Senza categoria Tag: ,

Cambiare le cose

16 Aprile 2007 1 commento


Ci sono cose che sotto il loro cattivo aspetto nascondono qualità eccellenti. Sono cose spesso naturali che forse ci vogliono ricordare di guardare le cose al di là della loro apparenza. In altre parole servono da esercizio contro i nostri pregiudizi. Ci fanno guardare l?oggetto da un punto di vista nuovo, genuino e per questo autentico.
È notizia di questi giorni che lo scienziato tailandese Songpol Somari pare sia riuscito a neutralizzare la puzza di uno dei frutti più prelibati dell?asia: il durio.
La particolarità di questo frutto, che da noi è quasi sconosciuto, sta proprio nel suo cattivo odore (ad alcuni ricorda un mucchio di gatti putrefatti, ad altri spazzatura, formaggio ammuffito, pesce avariato) unito con il suo sapore prelibato. Basta abbattere la barriera della puzza per gustarne il buon sapore.
Questo scienziato ci vuole privare di questa sfida pur di avere un po? di notorietà. La sua ?scoperta? non cambierà l?umanità se non in peggio. Anzi è la prova che l?uomo cambia quello che non gradisce senza chiedergli il permesso. Lo fa con i suoi simili azzittendoli minaccioso figuriamoci con chi è proprio impossibilitato a non poter dire la sua.

Categorie:Argomenti vari Tag: ,