Archivio

Archivio Settembre 2006

Parliamo di blog?

29 Settembre 2006 1 commento

Tempo fa decisi di aprire un blog per parlare di cinema. Dopo i primi due post iniziò a succedere qualcosa: incazzature, poi riflessioni strampalate, poi storielle illeggibili. Mi accorgo piano piano di aver perso di mano la situazione. Ci metto un po? perché sono tonto. Mi invento allora un rapimento, anzi il rapimento. Il rapimento di quello che scriveva gli articoli sul cinema. Nel frattempo altre riflessioni, altre incazzature. Gli interrogatori al tipo rapito. Altre cazzate. Qualcosa sul cinema ogni tanto.
A proposito Robert Neville si è liberato o lo hanno liberato, presto spiegherà come sono andate le cose lui stesso. E il ponte sullo stretto di Messina non è affondato. O sì?
E vaneggiando vaneggiando e discutendone con il mio fidato, uno dei miei fidati, psichiatra, questo di cui parlo è il mio psichiatra delle paranoie ricorrenti, quello che mi sgrida sugli errori di punteggiatura, sintassi e quant?altro in questi giorni è assente, ne viene fuori che (più secondo lui che secondo me):
Questo è il mio modo di vedere il blog adesso: spappolare le palle alla gente, ridicolizzare tutto, oppure essere libero di esprimermi sputtanandomi con dei perfetti estranei.
Nella vita di tutti i giorni sono una persona normalissima con una vita normalissima.
Nella vita di tutti i giorni faccio lo psichiatra per maniaci innocui.
Tra i miei pazienti, c?è anche un collega che si occupa nel suo specifico di fobie congenite tra gli animali. Tra i suoi clienti un paio di gatti terrorizzati dai cani e un paio di canarini che alla parola gatto collassano.
Il maniaco innocuo è per esempio il mio cliente Federico Silviente che adora mangiare la carne in scatola per gatti.

Categorie:Internet Tag: ,

Cinema truffe e i Coen…

27 Settembre 2006 2 commenti

Visto che si è parlato di truffe nei post precedenti e che sono un appassionato di cinema ecco qualche titolo (41):

Prosegui la lettura…

Categorie:Cinema Tag: , , , ,

Suggerimenti per una carriera poco onesta

27 Settembre 2006 Commenti chiusi

A volte è difficile per noi stessi italiani definirci in un qualche modo.
Siamo un popolo di truffatori o siamo un popolo di vittime delle truffe?
Siamo un popolo di destra o di sinistra? Chi ci governa è di destra o di sinistra?
Chi ha rovinato aziende su aziende perché va a spiegare ai giovani delle scuole come si diventa manager? Perché La Margherita propone una legge per finanziare il cinema italiano tassando internet?
Allora è chiaro che anch?io sbarello, e magari inizio a pensare a una qualche truffa da organizzare, perché per farti beccare deve dirti sfiga. Deve arrivare il Gabibbo. Il più delle volte la fai franca. Prendiamo l?esempio della droga: Chi porta la droga è lo spacciatore; ogni tanto ne arrestano qualcuno che viene subito sostituito. A tal proposito diceva William Burroughs ?Se volete alterare o annientare una piramide di numeri in correlazione seriale dovete alterare o rimuovere il numero di base. Se vogliamo annientare la piramide della droga dobbiamo partire dalla base: il tossicodipendente di strada, e smetterla di partire lancia in resta contro i mulini a vento, cioè contro i pesci grossi, i quali sono tutti immediatamente sostituibili. Il tossicodipendente della strada, che ha bisogno della roba per vivere, è l?unico fattore insostituibile nell?equazione della droga? (?Il Pasto nudo? Ed. Adelphi p.12).
Nel caso delle truffe che fai? Togli dalla strada i cretini che si fanno truffare? Può essere un?idea? Wanna Marchi e figlia vendevano le più false illusioni a creduloni imbecilli. Di galera loro se ne sono fatta pochissima e adesso mandano video messaggi tramite internet. I truffati sono stati risarciti?
Dunque conviene tentare una vita criminale come la loro. C?è la speranza di farla franca anche se ti pizzicano. Non vale la pena essere buoni.

Società di viaggi organizza escursioni al centro della terra.
Diteci il numero della vostra carta di credito e vi diciamo il vostro futuro!!!
Causa nuovo virus in arrivo Seria Ditta di pulizie lavorerebbe a prezzi modici a disinfestazione case private in zona Parioli.
Truffandino-ladro dalla ventennale esperienza cerca lavoro presso qualche società in difficoltà.
Hai voglia te?
Suggerite il vostro lavoro truffaldino.
Ho intenzioni serie.

Riferimenti: Non fidatevi della "Formass Television"

Non fidatevi della "Formass Television"

27 Settembre 2006 2 commenti

Gentili signori vorrei segnalarvi la ?Formass television?. È una società che si occupa di corsi di formazione per la conduzione di programmi tv o per operatore multimediale (cioè per i vari aspetti tecnici inerenti alla mondo della Tv vale a dire riprese, montaggio, regia ecc.). Questa società ha la sua sede a Cinisello Balsamo (MI). Questi giorni la ?Formass? si trovava nella mia città, a L?Aquila, per dei provini per i due corsi di formazione di cui prima. Per prima cosa hanno inviato una lettera a casa (parlando con dei concittadini ho scoperto che non tutti l?hanno ricevuta) da lì ho chiamato il numero verde e ho preso appuntamento per una selezione come operatore multimediale.
Mi richiamano qualche giorno dopo per dirmi il giorno in cui andare (sabato 23 settembre). L?appuntamento è in uno degli alberghi più lussuosi della mia città. Vado lì,
naturalmente non sono da solo. Tutti compiliamo un questionario con domande tecniche (per esempio: Quando si fa un montaggio in assemble A) Si cancella la registrazione precedente B) Si registra solo un audio C) si registra solo un video) che due persone della ?Formass? ci danno. Ci mostrano un video promozionale sul corso di tecnico televisivo. Dopo di che uno a uno ci accomodiamo su una sedia dove davanti ad una telecamera che registrava rispondiamo a domande come: -Perché sei interessato a questo tipo di lavoro?- Qualcuno giustamente chiede: -Ma quanto costa il corso?- e la risposta è: -Ve lo diranno se sarete selezionati-
Quando torno a casa vado al sito della società (www.formass.com), ma neanche lì fanno sapere il costo dei corsi.
Passano un po? di giorni, lunedì pomeriggio ricevo la telefonata della ?Formass? che mi dice che ho superato la selezione e che se voglio partecipare al corso devo recarmi martedì alle 17 presso il solito albergo accompagnato da un familiare. Gli chiedo il motivo visto che sono maggiorenne. Mi risponde che dato che dalla mia scheda risulta che sono studente, che non lavoro, vogliono la presenza di un familiare in grado di garantire i soldi. Gli chiedo allora qual è il costo del corso, e lì mi risponde che non sono in grado di dirmelo, che sono solo un call center. Mi chiede se sono ancora interessato al corso, rispondo di no.
Cari signori della ?Formass? io non sono uno studente. Ero in incognito. Sentivo puzza di fregatura dall?inizio. Ho iniziato le mie ricerche che hanno portato alla classica conclusione: la ?Formass television? è un associazione a delinquere.
La puzza di fregatura già si sentiva per il troppo mistero sui prezzi dei corsi. Per fare un altro esempio: il giorno della selezione ci hanno parlato di uno spot sulla ?Formass? andato in onda sia su SKY che sulle reti MEDIASET che io non ho mai visto. Voi?
Più ci penso e più mi vengono in mente particolari che non fanno che portarmi alla conclusione che questa ?Formass? è un?associazione a delinquere.
Digitando ?Formass? su ?Google? al terzo posto esce un sito pieno di lamentele di persone che ci hanno avuto a che fare (http://www.ilbarbieredellasera.com/article.php?sid=13569), al quinto posto esce un’altra lamentela (http://www.aduc.it/dyn/sosonline/caraduc/index.php?datart=2005-05-28&L1=10) che supera tutte le altre. Un altro sito con lamentele è questo: http://www.giornalistidipuglia.it/messaggio.php?id=1584
In questi siti non solo si viene a sapere dei costi dei corsi che si aggirano sui 4.000 euro, si legge anche di soldi anticipati senza mai fare il corso e altre carognate simili.
Non vado avanti, basta così. Io non ci sono cascato, molti a quanto pare, sì.
A questo punto non voglio chiarimenti perché è chiaro che si tratta di una truffa studiata. Voglio giustizia per queste persone.

Sono rammaricato per il fatto che questa ?Formass? ha anche due testimonial d?eccezione: Bruno Longhi e Maria Teresa Ruta.
Per questo Longhi dovrebbe essere radiato dall?ordine dei giornalisti.

Sono rammaricato anche perchè in Italia per provare ad avere giustizia si deve chiamare un programma tv.

Che succede?

17 Settembre 2006 Commenti chiusi

Avete presente quelle storie legate alla doppia personalità (pensate al dottor Jekyill e alle sue tante facce di cui l?ultima, geniale, è quella protagonista di ?Fight Club?)? Pensate anche a quelle storie gotiche di fantasmi che tornano per spaventare i vivi manifestandosi con apparizioni e reincarnazioni.
Quello che ne esce fuori è o no un ritratto di quanto sta succedendo in questi giorni nel mondo?

Oriana Fallaci inveiva contro l?islam. Ora non può farlo più. Probabilmente quando era moribonda già iniziava il suo rito per trasmettere le sue invettive contro qualcuno. In modalità random, cioè dò coglio coglio. È anche una questione di fato, chi lo sa? Lo stesso destino che ti fa vincere una lotteria. Sia chiaro: nel caso della lotteria è fortuna. Nel caso invece che in ballo ci siano le invettive della Fallaci sull?islam, è sfiga totale (come dicono i ciofani). Fatto è che queste invettive la Fallaci, forse, le ha trasmesse al Papa*.
Quello che è successo lo sanno tutti. È avvenuto uno scambio. Non dico uno scambio di ruoli, ma uno scambio di pezzetti di tasselli. Oggi vedo in TV l?immagine di una vignetta che raffigura il Papa con una grossa svastica al posto del crocifisso. Ben gli sta. Alla faccia di Calderoli e della sua maglietta.

Ancora: alla famiglia che ha “sequestrato” la bimba bielorussa.
Signori! Ma non abbiamo già abbastanza picci grazie al Papa? Guardate che se ci attaccano da destra e da sopra siamo fottuti! Anzi a dir la verità forse ci stanno già attaccando da sud (Somalia, Mogadiscio). I canali d?informazione alimentano queste paranoie. Perché sono paranoie, vero? Vero?

* In realtà in questa vicenda non c?è niente di paranormale: il Papa e la Fallaci si sono realmente incontrati pochi giorni prima che ella morisse. Insomma non c?è stato nessun transfert spiritico, ma un trasfert spirituale sì.

Categorie:Argomenti vari Tag:

Il ponte sullo stretto di Messina è affondato

9 Settembre 2006 Commenti chiusi

È affondato il ponte di Messina. Le stime parlano di più di duemila annegati e di un treno, fortunatamente merci, affondato. Molte le persone che si sono messe in salvo a nuoto o con oggetti di fortuna. Il cronista sportivo Giampiero Volpe ne parlerà domani in un noto quotidiano nazionale. Queste mie poche parole servono solo a chiarire che a dare la notizia per primo sono stato io e non lui. Perché il ponte sullo stretto di Messina è affondato davvero. Volpe sicuramente mi risponderà domani dalle pagine del quotidiano che non è così. Volpe l’impostore. Questa volta ti ho fregato. Certo a pensarci bene non dovevi dirmelo che il ponte è affondato. Ma ti è uscito. Errore tuo. Così la prossima volta rifletti prima di aprire bocca. Che ti serva da lezione. Io impostore? E tu sei un ubriacone che parla sempre senza pensare prima. Ubriacone!